Pizzeria a Porto Torres

Pizza con impasto a lievitazione naturale

Oltre che essere un ottimo ristorante di cucina tipica di pesce sarda, Il Galeone è anche una pizzeria di Porto Torres. Proponiamo infatti una vasta scelta di pizze classiche, cui si affianca un buon numero di pizze speciali per chi ha voglia di provare qualcosa di diverso. Abbiamo pizze con il pomodoro e senza, senza formaggio, solo con verdure e molto altro. Ogni pizza che esce dalle cucine della nostra pizzeria di Porto Torres è cotta nel forno a legno. Sono inoltre disponibili per il servizio da asporto.
Per tutte le nostre pizze, sia per quelle classiche che per quelle speciali, usiamo solo ingredienti freschi e selezionati con attenzione. Usiamo inoltre solo impasti lievitati naturalmente, affinché ogni pizza sia leggera e facile da digerire.


Il piacere della pizza da asporto di qualità

La pizzeria di Porto Torres Il Galeone vi propone anche un servizio di asporto, per portare la nostra pizza di qualità anche a casa vostra. Come per quelle servite sul posto, anche le nostre pizze da asporto sono cotte solo nel forno a legna e preparate con ingredienti di prima qualità.


Perché preferire la pizza cotta nel forno a legna

Tutte le pizze della nostra pizzeria di Porto Torres sono rigorosamente cotte nel forno a legna: perché? Nonostante in molti stiano passando al forno elettrico, noi rimaniamo fedeli alla cottura tradizionale nel forno a legna. Questa presenta infatti molti vantaggia sul forno elettrico, che rendono la pizza preparata in questa maniera un piatto unico e speciale.
La temperatura è ciò che più di tutto rende il forno a legna qualcosa di completamente diverso rispetto al forno elettrico di casa. Il forno cui siete tutti abituati a casa arriva al massimo a una temperatura di 250 gradi centigradi. E parliamo comunque di forni molto buoni.
Per fare in modo che pizza e focacce cuociano in modo ottimale, serve una temperatura che si aggiri tra i 300 e i 400 gradi centigradi. È questa l’unica maniera per avere una pizza che sia fuori croccante e dentro morbida: la temperatura molto alta fa in modo infatti che l’esterno si cuocia molto più velocemente rispetto all’interno. Secondo l’Associazione Verace Pizza Napoletana, la temperatura ideale è di addirittura più di 480 gradi centigradi, con un tempo di cottura di massimo 90 secondi. Affinché la mollica non rimanga cruda è ovviamente necessario che la pasta sia stesa molto sottile.
Tutti risultati che si possono ottenere solo con un buon forno a legna.
Altro vantaggio del forno a legna, che ovviamente potrete riscontrare nella nostra pizzeria, è il sapore. Il calore emanato dal forno a legno non è neutro, ma porta con sé tutta una serie di aromi e di profumi che le moderne tecnologie non possono dare. Nella cottura con forno a legna la legna è un vero e proprio ingrediente, la cui buona scelta è determinante per la riuscita della pizza. Un buon pizzaiolo sa scegliere la legna migliore, che bruciando rilascia profumi che si legheranno alla pizza e ne cambieranno il sapore.

Un impasto leggero e digeribile

La pizzeria di Porto Torres Il Galeone vanta un impasto per la pizza leggero e molto digeribile. Capita a volte che la pizza rimanga sullo stomaco, pur non essendo altro che acqua e farina. Questo perché l’impasto non è stato preparato ad arte, quindi non si sono innescate una serie di reazioni chimiche necessarie affinché sia digerito al meglio.
Noi usiamo una ricetta tradizionale, che prevede una lievitazione lunga e naturale. Solo una lunga maturazione, infatti, consente ai carboidrati complessi di slegarsi e di venire rielaborati in sostanze più semplici da assimilare per il nostro corpo. Il problema è che ormai in molti usano il lievito di birra, che consente una lievitazione molto rapida ma non permette all’impasto di maturare a dovere. Ne consegue che le sostanze più complesse non si scompongono e voi non digerite la pizza.
Affinché l’impasto maturi a dovere, la lievitazione deve essere lenta e naturale, come quella data dal lievito madre. Questo è il tipo di lievito usato dalle nostre nonne e quello che la ricetta tradizionale della pizza prevede. Solo con il lievito madre si può ottenere un impasto che sia veramente buono e leggero, proprio come quello della nostra pizzeria di Porto Torres.


Le origini della pizza

Non si sa molto di come nasce la pizza. La sua culla è sicuramente Napoli, ma al di là di quello le informazioni sono veramente poche. Le prime tracce suggeriscono che tutto inizi con un semplice cibo di strada napoletano, variante della pitta.
Siamo nei sobborghi di Napoli, intorno al 1500. I venditori di strada preparano e vendono sul posto un semplice piane piatto e tondo. Per renderlo più sostanzioso e anche più gustoso, lo spalmano con una sorta di crema a base di lardo, aglio e un poco di sale. L’uso del pomodoro è una scoperta ancora lontana, quindi queste prime pizze sono bianche e molto più robuste rispetto a quelle attuali.
Intorno alla prima metà del 1700, si diffonde l’uso della salsa di pomodoro in Italia e diventa parte integrante della cucina italiana. I venditori di strada cominciano quindi a condire le pizze con la salsa di pomodoro, olio, aglio e origano, dando origine alle prime pizze marinare. Segue in breve tempo anche la pizza creata in onore della regina Margherita di Savoia, che prevede pomodoro, mozzarella e basilico. Hanno un discreto successo le pizze con le minutaglie di pesce e i calzoni, pizze chiuse e ripiene di pomodoro e formaggio.
In questo periodo la pizza è venduta e mangiata per strada, ma man mano che acquista fama cominciano a comparire ristoranti appositi. Nascono così le prime antenate della nostra pizzeria di Porto Torres Il Galeone, in un primo tempo concentrate solo a Napoli, poi diffusesi in tutto il mondo.

pizzeria
pizzeria